Pioli a rischio esonero: la sentenza è definitiva

Stefano Pioli è seriamente a rischio esonero? Arriva la sentenza definitiva sul futuro della panchina del Milan dopo gli ultimi deludenti risultati

Il Milan naviga in brutte acque e non riesce a svoltare in questa stagione: la vetta della classifica è ormai già lontanissima e presto può arrivare l’addio alla Champions (quasi sicuro) ed è a rischio anche la permanenza in Europa. In molti hanno puntato il dito contro Stefano Pioli, reo di questa situazione. Secondo alcuni addetti ai lavori e tifosi il tecnico dovrebbe essere sollevato dall’incarico. Spopola il Pioli out. 

Pioli-Milan è finita? Scelta definitiva sull'esonero
Pioli-Milan è finita? Il rischio esonero è molto concreto – (ANSA) – sporteverywhere.it

 

L’allenatore rossonero è finito sulla graticola: si sa che nel mondo del calcio quando le cose non girano è sempre il primo a pagare. Da dopo la sosta di ottobre in poi è iniziato un continuo sali e scendi che ha portato i meneghini lontani dalla vetta tra punti persi in campionato (quattro gare di fila senza vincere nel periodo) e KO in Champions. La sconfitta di Bergamo è solo la punta dell’iceberg di questo periodo. La sentenza è definitiva, la dirigenza ha preso la sua decisione.

Pioli a rischio esonero: arriva la sentenza definitiva

Ne ha parlato anche il direttore di “Telelombardia”, Fabio Ravezzani su “X/Twitter” con un post in cui punta il dito contro l’allenatore, raccontando un aneddoto capitato ad inizio stagione. Per il giornalista non ci sono dubbi: Pioli deve essere esonerato. Come lui la pensano molti tifosi. Qual è il pensiero, invece, della società rossonera?

Pioli a rischio esonero: sentenza definitiva
Stefano Pioli è seriamente a rischio esonero: sentenza definitiva – (ANSA) – sporteverywhere.it

 

Questo è il commento di Ravezzani: A inizio settembre Pioli convoca un selezionato gruppo di giornalisti Vip per spiegar loro a Milanello le sue innovative varianti tattiche che hanno permesso al Milan di vincere le prime 3 di campionato. Pochi giorni dopo perde il derby 5-1. Oggi rischia l’esonero. Sic transit…”, recita il post. Due riflessioni da fare sulle parole del direttore di “Telelombardia”: la contestazione sulla mancata umiltà da parte dell’allenatore, credendosi “fenomeno” (come si legge da un commento successivo al post dello stesso Ravezzani) e prima di tutto la panchina ritenuta davvero in bilico del tecnico. 

La posizione della società, per ora, è di attesa: sicuramente prima di tirare le somme si valuterà cosa ne sarà della campagna europea in questa stagione del Milan e molto più probabilmente si attenderà fine anno e la fine del girone d’andata per prendere una decisione definitiva. Pioli era legato a Maldini e per come sono finite le cose con l’ex dirigente rossonero, è chiaro che per l’attuale società il tecnico di Parma non è molto amato. Ma per arrivare ad un esonero dovrà esserci un crollo verticale adesso: a fine giugno, invece, sarà in ogni caso addio.

Impostazioni privacy