Esonero ad un passo: “Ho fatto un’altra figuraccia”

Aria di esonero per il tecnico, dopo l’ennesimo passo falso in campionato. La panchina rischia di saltare: “Devo assumermi le mie responsabilità”.

La pazienza dei tifosi sta per esaurirsi, dopo i troppi alti e bassi della stagione. Adesso il tecnico è chiamato a rispondere sul campo, ma la panchina intanto è a rischio. Il tonfo in campionato potrebbe costare il posto all’allenatore, che nel post partita non si sottrae dalle sue responsabilità e ammette gli errori: “Siamo tutti delusi e frustrati“.

Aria di esonero per ten Hag, dopo l'ennesimo passo falso in campionato.
Manchester United-Bournemouth (Ansafoto) – Sporteverywhere.it

Ancora una figuraccia per il Manchester United. Una stagione che proprio non riesce a decollare, quella dei Red Devils, e adesso nel mirino è tornato Erik ten Hag. L’ex Ajax infatti, dopo avere conquistato la fiducia della piazza, non senza difficoltà, è stato nuovamente additato come responsabile per l’andamento altalenante della squadra – anche in Champions League. In Premier ieri è arrivata una deludente sconfitta in casa, per 3-0 contro il modesto Bournemouth, che ha espugnato l’Old Trafford con il clamoroso risultato di 3-0. A fine gara, il tecnico ha detto di essere deluso e di capire lo stato d’animo di tutta la tifoseria.

Un momento molto delicato quello dei diavoli rossi, che di brutte figure ne hanno inanellate a bizzeffe nel corso delle ultime stagioni nonostante gli investimenti milionari. Quella di ieri rimane una sconfitta bruciante ma anche determinante, probabilmente, per il futuro dell’allenatore.

Manchester United-Bournemouth 0-3: panchina a rischio per ten Hag?

Altra occasione persa di tornare in corsa per le posizioni alte di classifica per il Manchester United, il quale in casa contro il Bournemouth non è riuscito a ripetersi dopo la vittoria del turno infrasettimanale contro il Chelsea. Una pazza Premier League, con l’Aston Villa terzo in classifica e nessuna squadra ancora in fuga al vertice (Liverpool permettendo) che avrebbe potuto consentire quest’anno allo United di puntare in alto. Ma ancora una volta, niente da fare per Bruno Fernandes e compagni. Le deludenti prestazioni di Onana e una fase difensiva assai carente hanno tarpato le ali a una squadra ancora alla ricerca della propria identità.

Aria di esonero per ten Hag, dopo l'ennesimo passo falso in campionato.
Erik ten Hag (Ansafoto) – Sporteverywhere.it

Ieri addirittura la goleada subita contro la 14esima in classifica, che si è imposta in maniera storica all’Old Trafford con le reti di Solanke, Billing e Senesi. Il tecnico ten Hag a fine gara si è detto molto deluso, ha confermato lo stato d’animo dei tifosi, dicendo di non volersi nascondere e di volersi assumere tutte le responsabilità, ma la sua panchina non è mai stata così a rischio. Cruciale sarà l’ultima gara del girone di Champions League contro il Bayern Monaco. Lo United in un girone difficile ma abbordabile ha già fallito nel doppio incrocio con il Galatasaray la possibilità di assicurarsi un posto agli ottavi di finale, e qualora dovesse toppare anche la gara contro i tedeschi, il futuro di ten Hag potrebbe essere segnato.

Impostazioni privacy